Verità e Tempo interiore, domenica 23 settembre 2018

Domenica 23 settembre 2018 si terrà il 5° seminario del 2018, dal titolo “Verità e tempo interiore”.

L’incontro inizierà al mattino, nella sala espositiva del Comune di Casalgrande (Reggio Emilia), per poi proseguire dalle 13 nella sede della Associazione “Gli incontri di S. Antonino”.

Durante la relazione di avvio della giornata sulla fenomenologia del tempo interiore, la Prof.ssa Lanzoni ripercorrerà tre punti:

  1. La “verità” della fisica, dalla relatività ai quanti: il tempo non esiste;
  2. La “verità” della filosofia: il tempo esiste, è dimensione costitutiva dell’esistenza;
  3. La “verità” della neurobiologia: il tempo non è illusione, è creato dal cervello.

Chi fosse interessato a partecipare può leggere i dettagli riportati nel programma, che è possibile scaricare da qui..

Le prenotazioni possono essere effettuate tramite il form Contatti entro sabato 15 settembre (i posti sono limitati).

Annunci

La Morte dal punto di vista storico-sociale e religioso, domenica 17 giugno 2018

Domenica 17 giugno 2018, dalle 10 in poi, nella piacevole cornice della sede dell’associazione ‘Gli Incontri di Sant’Antonino’, tra natura, cultura e gastronomia – continuiamo a discutere di come le enigmatiche quattro dimensioni (spazio-tempo) siano essenziali alla nostra esistenza, fondamentali per definirla umana.

Il seminario si aprirà alle 10.00 con caffè di benvenuto, e seguiranno dalle ore 10.30:

Vanni Sgaravatti, presidente dell’associazione Gli incontri di Sant’Antonino, con una Presentazione e riassunto dei seminari del ciclo tempo e morte;

Francesco Maria Feltri, professore di storia, esperto di ebraismo e storia delle religioni, con l’intervento “Danzare con la morte. L’Occidente e la Morte dal Basso Medioevo al Seicento“.

Alle ore 15 il dibattito “Senso della morte e senso della vita: quale insegnamento dalla storia?“.

I posti sono limitati e gli Associati hanno la priorità. Nei limiti della disponibilità, si raccolgono le prenotazioni inviando una mail a sgaravatti@oikos-servizi.it, o usando il form Contatti, entro il 9 giugno.
La partecipazione all’iniziativa prevede per i non associati la spesa di 30,00 euro per le spese di ristorazione.

Scarica qui il programma della giornata in formato pdf.

 

 

Il Tempo nella filosofia e nella letteratura, domenica 8 aprile 2018

Domenica 8 aprile 2018 presso l’Antica Dimora Sgaravatti,  Sant’Antonino di Casalgrande, Veggia-Villalunga (Re) (indicazioni qui), il primo seminario del 2018.

Vanni Sgaravatti, statistico esperto di filosofia della probabilità e gestione dei rischi
nonché presidente dell’associazione “Gli Incontri di Sant’Antonino” introduce il ciclo:

• Il tempo e la morte: introduzione a una visione interdisciplinare

Interverranno:
Lorena Lanzoni, docente di filosofia e storia
Il divenire del tempo interiore: Bergson e Minkowski
Dall’analisi filosofica della durata bergsoniana, richiamando le radici
agostiniane, all’analisi del tempo vissuto in psicopatologia

Riccardo Mazzeo, scrittore ed editor, una vita dedicata alla letteratura e alle scienze sociali
Come viviamo il tempo: Bergson e Proust, Alla ricerca del tempo perduto.

Clicca qui per scaricare il programma dettagliato della giornata in formato pdf.

Programma eventi 2018

Associazione “Gli incontri di Sant’Antonino” – Programma eventi 2018

Un anno ricco di interessanti eventi per l’Associazione, del quale si può scaricare il programma cliccando qui.

I posti, per i seminari, sono limitati e gli Associati che hanno aderito al programma annuale, come da precedente invito, hanno la priorità.

Sarebbe gradito, se chi avesse interesse a partecipare ai primi due seminari ce lo segnalasse. Per il singolo evento, il costo della ristorazione e dei servizi per i non associati è di 30 euro.

Chiunque fosse interessato ad ottenere maggiori informazioni può contattarci tramite il form di contatto.

 

Un’etica possibile per l’era digitale, sabato 23 settembre 2017

L’innovazione digitale ci sta portando in una nuova era, quella dell’infosphere, i cui effetti di sistema rischiano di condizionare sempre più l’individuo

La cosiddetta modernità ha trovato nell’umanesimo i fondamenti e la fonte del senso, però nel suo sviluppo sta originando una progressiva marginalizzazione del ruolo dell’uomo. Newton, Darwin, Freud, e ora l’AI (Intelligenza Artificiale). Sta cambiando il senso e il fondamento dell’esistenza che, da qualche secolo, hanno trovato una fonte nell’umanesimo?

Ne parliamo sabato 23 settembre 2017 presso l’Antica Dimora Sgaravatti,  Sant’Antonino di Casalgrande, Veggia-Villalunga (Re) (indicazioni qui).

Discuteranno e animeranno i dibattiti:

  • Vanni Sgaravatti, Consulente di direzione per aziende private anche di grandi dimensioni e di enti pubblici, esperto di gestione dei rischi e change management, presidente dell’Associazione culturale Gli incontri di Sant’Antonino, membro di A+Network
  • Piero Pozzi, Ingegnere elettronico, dirigente associativo, docente universitario a contratto, ha esperienze manageriali e imprenditoriali nell’industria e nella ricerca. Autore e coordinatore di studi e rapporti sull’impatto economico, sociale e culturale dell’innovazione digitale
  • Lapo Berti, Socioeconomista, già dirigente dell’Antitrust e autore di libri sulla finanza alternativa pubblicati dalle università Luiss e Bocconi
  • Guido Magrini, già direttore di Regione Lazio, esperto di economia pubblica con esperienza decennale nella gestione di enti e imprese pubbliche
  • Vincenzo Fano, Professore di Filosofia della scienza e di Filosofia dell’informazione all’Università di Urbino,
  • Andrea Cavrini, Consulente organizzativo, già direttore generale della Business School dell’Università di Bologna.

La giornata si concluderà con un aperitivo servito nel giardino, accompagnato (condizioni atmosferiche permettendo) da un concerto di musica soul e blues.

Scarica da qui il programma completo della giornata e le modalità di partecipazione.

La gestione etica del cambiamento, sabato 10 giugno 2017

“La gestione etica del cambiamento nella società e nel mondo del lavoro digitale”: l’uomo come promotore di un’innovazione progettata per migliorare le proprie condizioni o beneficiario passivo oggetto di una ridefinizione esterna della propria identità sociale?

E’ questo il tema dell’evento che sabato 10 giugno 2017 si svolgerà tra il Creative Center di Casalgrande Padana, Dinazzano di Casalgrande (Re) e l’Antica Dimora Sgaravatti,  Sant’Antonino di Casalgrande, Veggia-Villalunga (Re):

  • mattina, dalle 10.00, presso  la sala del Creative Center di Casalgrande Padana, Dinazzano di Casalgrande (Re) (indicazioni qui);
  • pranzo e pomeriggio, dalle 13.00, presso l’Antica Dimora Sgaravatti, Sant’Antonino di Casalgrande, Veggia-Villalunga (Re) (indicazioni qui).

Discuteranno e animeranno i dibattiti:

  • Vanni Sgaravatti, Consulente di direzione per aziende private anche di grandi dimensioni e di enti pubblici, esperto di gestione dei rischi e change management, presidente dell’Associazione culturale Gli incontri di Sant’Antonino, membro di A+Network
  • Pieraugusto Pozzi, Ingegnere elettronico, dirigente associativo, docente universitario a contratto, ha esperienze manageriali e imprenditoriali nell’industria e nella ricerca. Autore e coordinatore di studi e rapporti sull’impatto economico, sociale e culturale dell’innovazione digitale
  • Paolo Lucchesi, Ex presidente Civ dell’Inps e dell’Inail, membro del nucleo controllo strategico dell’Inpdap, ex professore a contratto di Economia aziendale pubblica all’Università Roma 3, già segretario nazionale Cgil
  • Lapo Berti, Socioeconomista, già dirigente dell’Antitrust e autore di libri sulla finanza alternativa pubblicati dalle università Luiss e Bocconi
  • Vincenzo Fano, Professore di Filosofia della scienza e di Filosofia dell’informazione all’Università di Urbino,
  • Andrea Cavrini, Consulente organizzativo, già direttore generale della Business School dell’Università di Bologna.

Scarica da qui il programma completo della giornata e le modalità di partecipazione.

Rapporti Interculturali. Una storia di malintesi, 7 maggio 2017

Il Cinquecento non è solo il tempo del Rinascimento, del trionfo della stampa e di una nuova libertà intellettuale, ma è tragicamente attraversato da pulsioni violente e da forme di intolleranza e di fanatismo del tutto nuove.

 

Sono i rapporti interculturali il tema del 4° incontro 2017 dell’Associazione “Gli incontri di Sant’Antonino”; domenica 7 maggio 2017, dalle 10 in poi, introdurranno il dibattito gli interventi di Francesco Maria Feltri, Storico, e Guido Armellini, Direttore dell’Università Primo Levi.

Durante la pausa, il pranzo verrà servito nella sala del caminetto dell’Antica Dimora Sgaravatti (chef Matteo Rosa).

Scarica qui il programma completo.